Domenica, 17 Febbraio 2019

dicono con noi

Teatro dei luoghi - Progetti teatrali

 

Appunti01

Il Teatro dei Luoghi, , muove da assunti   operativi e di ricerca della nostra Associazione: produrre una serie di ricerche sulla meta- teatralità che implicano il tema degli spazi e dei luoghi, congiuntamente. Non solo, quindi, un teatro che si appropria di spazi diversi, ma una costruzione di drammaturgia degli spazi scelti. 

 Questo   con tutta la varietà e complessità dei linguaggi artistici , delle pratiche tecniche e tecnologiche, delle possibili applicazioni, ma sempre e comunque in una dimensione progettuale, trasversale, con molteplici rimandi e al servizio di una organizzazione complessa di segni e di linguaggi comunque volta e finalizzata ad una “ testualità”.
Non si può prescindere, parlando del teatro, né dalla visione, né dallo spazio e dal luogo. C’è un luogo della rappresentazione ed uno spazio della rappresentazione, che è lo spazio dell’attore e lo spazio del pubblico, e lo spazio della parola e del respiro. C’è una separazione più o meno netta tra queste porzioni di spazio e la storia dello spettacolo dal vivo ha visto cambiamenti degli edifici o dei siti dedicati allo spettacolo e cambiamenti delle relazioni dello spazio fisico tra gli attori e il pubblico. Ognuna di queste differenze crea il senso della rappresentazione . Esiste poi uno spazio a sua volta rappresentato: il luogo del dramma, il luogo della vicenda narrata e messa in scena, il luogo della metafora, il luogo del tempo.
Quanto si voglia illudere il pubblico che quello spazio della scena sia “altrove”, o sia presente, che quei segni visibili fatti di scene dipinte, o plastiche, di luce, di fughe prospettiche, o di vuoto, appartengano davvero ad un luogo diverso…. O quanto invece si voglia fare immaginare ,in quello spazio dato della scena, soltanto l’illusione di un altrove, dipende dal senso e dallo spirito dello spettacolo in quel momento storico, per quella cultura umana.
Noi da tempo cerchiamo di capovolgere spazi e trovare luoghi di illusione …. Ma non significa solo fare teatro in spazi diversi, significa (forse) cercare il teatro altrove… perfino oltre l’attore
M. de Leoni